Il tuo browser non è aggiornato!

Aggiornalo per vedere questo sito correttamente. Aggiorna ora

“A cuisine based on a profound principle of respect for the rhythms of nature and the balance of the environment and those who live in it. In every dish, I try to represent my mountains, the hard work of farmers and breeders, the quality of their products, traditions handed down, care, consistency and lightness”

Norbert Niederkofler

Norbert Niederkofler Brand
Ambassador di Cantine Ferrari

La collaborazione tra lo Chef e la Casa Trentina conferma la condivisione dei valori di rispetto del territorio, valorizzazione della montagna,dei sui ritmi e dei suoi prodotti

Attenzione, eccellenza, equilibrio, passione e rispetto: sono i valori comuni che descrivono sia il lavoro delle Cantine Ferrari, che la cucina di Norbert Niederkofler, lo Chef tristellato del Ristorante St. Hubertus di San Cassiano, che è diventato Ambassador della Casa Trentina. Il progetto, presentato attraverso una serie di eventi in Svizzera, Germania e Russia, ha visto le bollicine Ferrari Trentodoc abbinate a menu dedicati.

Chef Tre Stelle Michelin al Ristorante St Hubertus di San Cassiano in Alto Adige, da oltre vent’anni Norbert Niederkofler propone una cucina strettamente legata agli ingredienti provenienti unicamente delle sue Alpi, rispettando rigorosamente la loro stagionalità. “La varietà sta nel mescolare la semplicità. Il prodotto migliore è un presupposto di base. Il mio impegno gastronomico si spiega con il rispetto del prodotto e l’arte di valorizzarlo al massimo. Il risultato deve essere “visibile” sia nel sapore che nell’estetica, delicato, semplice ma sorprendente. La leggerezza si può vedere e gustare”.

Sono proprio la tensione all’eccellenza, la passione per la montagna, proteggendone le tradizioni culturali, e la volontà di rispettare i ritmi della natura i valori che accomunano i progetti di Norbert Niederkofler con quelli di Cantine Ferrari.

“Cook the Mountain” è il percorso che lo chef ha iniziato nel 2010 mirando a dare al territorio un’identità gastronomica ben definita, al passo con i tempi e specchio delle realtà locali, creando profonde sinergie con i produttori e che ha trovato nell’evento di Care’s- The Ethical Chef Days un naturale sviluppo. Le Cantine Ferrari sostengono questa progetto orientato a diffondere la cultura della sostenibilità in cucina dalla sua prima edizione nel 2016.

Rispetto per il territorio e valorizzazione dei suoi prodotti sono dunque i principi che accomunano l’impegno dello chef e il lavoro in vigna e in cantina di Ferrari, i cui vigneti di montagna sono gli unici ad assicurare l’eccellenza delle bollicine Trentodoc. I vigneti di proprietà della famiglia Lunelli sono oggi certificati biologici e seguono un disciplinare preciso condiviso anche con lei oltre 500 famiglie di conferenti con l’obiettivo di produrre non solo uve sane, equilibrate e ricche dal punto di vista aromatico, ma anche naturali. Il lavoro, certificato da “Biodiversity Friend” la World Biodiversity Association onlus, che valuta l’impatto delle pratiche agricole virtuose sull’ambiente, ha importanti ricadute non solo sul territorio circostante, il quale beneficia di una più ricca biodiversità, ma anche sulla salute dei lavoratori.

Una collaborazione, quella tra Cantine Ferrari e Niederkofler, che è quindi il coronamento di una condivisione di valori e passioni che si esprimono in menù studiati per valorizzare al meglio le caratteristiche uniche dei Ferrari Trentodoc e dei migliori prodotti del territorio alpino.

 

Gli eventi si sono svolti al Gustav di Zurigo il 24 settembre seguito da Monaco l’11 ottobre al ristorante Kaefer, a Mosca il 22 ottobre da AIST di Novikov e il 24 ottobre al Four Season di San Pietroburgo.