Il tuo browser non è aggiornato!

Aggiornalo per vedere questo sito correttamente. Aggiorna ora

21 luglio 2008

Come sa sedurre Villa Margon

“Seduzioni in villa” è il nome dello spettacolo e mai nome fu appropriato. Perché alla fine gli spettatori si sono trovati veramente sedotti. Dallo spettacolo e dall’ambiente, la splendida Villa Margon.
Villa Margon, capolavoro cinquecentesco, definita nei libri di storia dell’arte la più bella villa extra moenia di tutto l’arco alpino, è la sede di rappresentanza delle bollicine Ferrari. Si presta, per le sue caratteristiche, a essere palcoscenico di musica e di teatro. Ed è stata, da lunedì 14 a mercoledì 16 luglio, palcoscenico di “Seduzioni in villa” , piccola rassegna ideata da Antonio Salines nell’ambito di un ciclo ideato per le più belle dimore trentine, e che si spiega con la riduzione teatrale di due classici della seduzione in letteratura, Il piacere di d’Annunzio e Nanà di Zola. Un palcoscenico che, infine, ha sedotto tutti.