Il tuo browser non è aggiornato!

Aggiornalo per vedere questo sito correttamente. Aggiorna ora

28 aprile 2009

Vanno a Perlé, Aliotto e Solera i giurati della Lettera dell'Anno

Perlé, Aliotto e Solera hanno accompagnato a tavola e nei momenti di relax i giurati della Lettera dell’Anno, un’iniziativa  ideata a Salsomaggiore e con la quale si premia una lettera pubblicata sui giornali, quotidiani e periodici, italiani. Sabato 25 aprile in uno degli alberghi simbolo dell’ospitalità di Salsomaggiore, l’hotel Romagnosi, nell’aperitivo che ha fatto seguito alla proclamazione della lettera vincitrice della prima edizione del premio, i giurati presenti, (Massimo Tedeschi, sindaco di Salsomaggiore e presidente della Lettera dell’Anno, Ilvo Diamanti, editorialista di Repubblica, i direttori della Nazione, Giuseppe Mascambruno, della Gazzetta di Parma, Giuliano Molossi, dell’Europeo, Daniele Protti, di Radiocor, Fabio Tamburini, di East, Vittorio Borelli, Mariangela Guandalini, Cesare Lanza, Andrea Casoli, Franco Iseppi, Sandro Boscaini, Roberto Seppi, Guido Pianaroli) hanno brindato con Ferrari Perlé. Le stesse bollicine che sono poi state proposte nella cena di gala insieme a uno dei vini toscani di Podernovo, l’Aliotto. Mentre il dopo cena è stato impreziosito dalle grappe Segnana, Solera di Solera e il monovitigno Pinot Nero.
Dal gennaio 2009 si premia anche la Lettera del Mese e l’autore riceve un magnum di Ferrari Brut.