Il tuo browser non è aggiornato!

Aggiornalo per vedere questo sito correttamente. Aggiorna ora

21 aprile 2010

Le bollicine Ferrari salutano a Montecarlo la presentazione della Fisker Karma, supercar ecologica

Prendete le più belle auto del mondo, mettetele su un palcoscenico raffinato qual è il Grimaldi Forum di Montecarlo e avrete il Top Marques Monaco, meglio conosciuto come il Salone delle auto di lusso e della supercar da sogno. Alla settima edizione del Top Marques, qualche giorno fa a Montecarlo, c’erano anche le bollicine Ferrari. E c’erano come partner esclusivo di una nuova e innovativa casa automobilistica americana, la Fisker, fondata solo tre anni fa da uno che di quattro ruote di gran lusso se ne intende non poco. Stiamo parlando di Henrik Fisker al quale si devono le fascinose carrozzerie delle ultime Aston Martin e della Bmw Z8.
La Fisker  esordirà tra alcuni mesi con la prima auto ecologica, plug-in hybrid, di alta gamma.
Karma è il suo nome e con essa si svela un’auto ibrida a trazione totalmente elettrica, caratteristiche che spiegano con naturalezza perché le bollicine Ferrari accompagneranno ogni presentazione nel mondo di Karma. “E’ la prima auto ibrida ecologica di grandi prestazioni”, racconta Marcello Lunelli, vicepresidente di casa Ferrari. Un’auto che offre numeri da supercar (0-100 km/h in 5,8 sec) con il consumo inferiore di una utilitaria (3,5 l/100 km) e bassissime emissioni di C02 (viene abbattuto il muro dei 100 gr con soltanto 83gr CO2/km), un’auto quindi autenticamente ecologica. “Chi come noi crea bollicine, non può che avere a cuore la difesa dell’integrità dell’ambiente. Ecco perché siamo diventati i partner della Fisker”sottolinea Marcello Lunelli.
A Montecarlo è stato presentato il prototipo funzionante della Karma e lo stand è stato visitatissimo, compresa la visita del  Principe Alberto di Monaco, gran sostenitore delle auto ecologiche e nello specifico del progetto Karma.
Nei primi mesi del 2011 la Karma sarà disponibile anche sul mercato italiano.