Il tuo browser non è aggiornato!

Aggiornalo per vedere questo sito correttamente. Aggiorna ora

23 aprile 2015

Parata di grandi campioni e di Ferrari per “Sciare col Cuore” sul Bondone

Una grande, bellissima, gioiosa festa di sci, di sciatori, di neve, di campioni di ieri e di oggi. Di beneficenza, soprattutto. E' così che va raccontata l'ottava edizione di Sciare col Cuore che, organizzata dall'omonima onlus con la collaborazione della Admo Trentino, ha avuto come palcoscenico, sabato 4 aprile il Monte Bondone.

Il fine era raccogliere fondi per l'Admo, l'Associazione donatori midollo osseo. Un fine nobile che ha portato sulle piste innevate del Bondone una marea di gente, spettatori e sciatori, questi ultimi grandi e piccini, campioni e no, che si sono dati battaglia divisi in club ognuno guidato da una stella di ieri e di oggi.

E di stelle, sul Bondone, ce n'erano parecchie per l'occasione, per esempio, per fare qualche nome: Piero Gros, Mattia Casse, Roberto Grigis, Omar Longhi, Daniela Merighetti, Chiara Costazza, Davide Simoncelli, Paolo Pangrazzi. Tutti premiati con bollicine Ferrari.

E a Piero, anzi Pierino Gros, una delle leggende dello sci azzurro, uno della mitica valanga azzurra, oggi sessantenne, è anche andato, in chiusura della giornata il Premio Sciare col Cuore – Candido Cannavò assegnato ogni anno a un grande protagonista dello sci italiano.