Il tuo browser non è aggiornato!

Aggiornalo per vedere questo sito correttamente. Aggiorna ora

Ferrari promuove una cultura del bere responsabile che è parte dell’Arte di Vivere Italiana.

E’ una cultura legata alla ritualità del cibo e alla celebrazione dei momenti di convivialità, dove il consumo è moderato e consapevole.

Entra nel sito ferraritrento.com solo se condividi questo approccio e se hai l’età legale per bere alcolici nel tuo paese: ti aspetta un percorso all’insegna dell’eccellenza.

12 Luglio 2011

Tre sommelier per nove stelle Michelin degustano Ferrari in casa Ferrari

Angelo Sabbadin, sommelier delle Calandre di Rubano (Padova); Hayashi Mototsugo, sommelier di Al Pescatore di Canneto sull’Oglio (Mantova); Fabrizio Sartorato, sommelier di Da Vittorio di Brusaporto (Bergamo): questi gli ospiti ieri, lunedì 11 luglio, delle Cantine Ferrari per una degustazione che è stata condotta da Ruben Larentis, direttore di produzione ed enologo dell’anno secondo il Gambero Rosso. I tre sommelier di altrettanti ristoranti tra i più famosi in Italia e consacrati come tali dalle tre stelle Michelin hanno “provato” non soltanto tutte le etichette Ferrari ma anche i vini, fermi, firmati Lunelli, ovvero il bianco Villa Margon e i rossi Maso Montalto, Aliotto e Teuto di Podernovo in Toscana e Montefalco e Sagrantino di Castelbuono in Umbria. E dopo il “lavoro” scontata una pausa in amicizia a tavola: dove? Vi chiederete. Elementare, è la risposta: alla Locanda Margon.