Il tuo browser non è aggiornato!

Aggiornalo per vedere questo sito correttamente. Aggiorna ora

6 aprile 2009

Bagnato dalle bollicine Ferrari il trionfo a Praga in Champions League dei pallavolisti trentini

C’è anche il profumo delle bollicine Ferrari nel trionfo, a Praga, dell’Itas Diatec Trento di pallavolo che ha conquistato la Champions League maschile, battendo nettamente, 3-1, nella finale i greci dell’Iraklis Salonicco.  C’è perché casa Ferrari ha accompagnato i pallavolisti trentini per tutta l’esaltante avventura in Champions: nelle partite casalinghe e in trasferta i brindisi erano esclusivamente con Ferrari. Così come, del resto, subito dopo il fischio finale che ha laureato i trentini campioni d’Europa: da un jeroboam Ferrari sono sprizzate bollicine che hanno raccontato la felicità dei pallavolisti dell’Itas.
Si era brindato con Ferrari anche in occasione della conquista dello scudetto. La sera di domenica 5 aprile, a Praga, il legame pallavolisti trentini-Ferrari si è consolidato. Non a caso, a Praga, c’era anche Mauro Lunelli, grande tifoso dell’Itas Trento. Che ha così commentato: “Sono qui come tifoso ma anche per ribadire il legame del Ferrari con Trento. Sono sempre stato fiero di essere trentino e stasera anche di più”.