Il tuo browser non è aggiornato!

Aggiornalo per vedere questo sito correttamente. Aggiorna ora

Ferrari promuove una cultura del bere responsabile che è parte dell’Arte di Vivere Italiana.

E’ una cultura legata alla ritualità del cibo e alla celebrazione dei momenti di convivialità, dove il consumo è moderato e consapevole.

Entra nel sito ferraritrento.com solo se condividi questo approccio e se hai l’età legale per bere alcolici nel tuo paese: ti aspetta un percorso all’insegna dell’eccellenza.

11 Dicembre 2020

Il Ferrari Brut è la migliore bollicina italiana

Dopo il grande successo di medaglie, ben 9 d’oro e 4 d’argento, le Cantine Ferrari festeggiano un nuovo trionfo a The Champagne & Sparkling Wine World Championships, i “Campionati del Mondo” delle bollicine: l’etichetta più iconica della Casa, il Ferrari Brut Trentodoc, è stata infatti consacrata Italian National Champion, ossia miglior bollicina italiana.

Il concorso ideato e presieduto da Tom Stevenson, massimo esperto mondiale di bollicine, ogni anno colloca le Cantine Ferrari ai vertici della classifica mondiale con un numero importante di medaglie, che quest’anno hanno contribuito a far sì che Italia e Francia pareggiassero e che la Trentodoc fosse la denominazione più premiata d’Italia.

Il Ferrari Brut in versione magnum, che già si era aggiudicato il titolo di “Best in Class” per la Trentodoc, è stato incoronato “Best Italian Sparkling Wine” il 10 dicembre nella cerimonia virtuale organizzata in diretta web dal concorso.

E’ questo un momento d’oro per l’etichetta storica del Gruppo Lunelli, che nell’ultimo mese è anche stata consigliata ben due volte dal New York Times, nell’ambito di un’ampia e interessante riflessione sulle diverse identità delle bollicine a livello internazionale (Sparkling Wines, Even if 2020 Hasn’t Earned Them; Among Sparkling Wines, the Other Half Lives Pretty Well)

“Siamo particolarmente orgogliosi di questo risultato – ha commentato Matteo Lunelli, presidente delle Cantine Ferrari – perché da sempre pensiamo che la qualità del nostro lavoro si debba giudicare valutando tutta la nostra gamma di etichette e, soprattutto, la costanza qualitativa nel tempo, espressa dai non millesimati”.

Questo approccio è testimoniato dal fatto che il titolo di migliore bollicina italiana sia stato attribuito ad un Trentodoc della Casa non millesimato, creato in un numero significativo di bottiglie. Il Ferrari Brut si conferma ancora una volta il brindisi italiano per eccellenza.